Comune Potenza. Anno nuovo, problemi vecchi.

Potenza, Consiglio Comunale, Comune diAnno nuovo problemi vecchi. La politica potentina è ingarbugliata su se stessa. Del vecchio anno porta con sé il pesante bagaglio del dissesto, un’amministrazione comunale guidata da un sindaco di centrodestra, e composta da una maggioranza consigliare di centrosinistra, e il buon proposito, a cui tende soprattutto il sindaco Dario De Luca, di costruire “un governo di rinascita cittadina”. Passo dopo passo, De Luca sul finire del 2014 aveva incontrato le forze politiche presenti in Consiglio per rinnovare la giunta. Dare rappresentanza, significa costruire larghe intese e probabilmente una certa stabilità.

Ma il nuovo anno comincia male. A gettare benzina sul fuoco è il consigliere Giuseppe Giuzio di Fratelli d’Italia che, in una nota stampa, scrive che nel 2015 dovrà continuare “la caccia agli orchi” rappresentati dagli avversari di centrosinistra.

Le parole e i toni forti usate da Giuzio, non sono affatto piaciute al sindaco De Luca che ha subito preso le distanze. “Questo è il tempo di costruire non quello di distruggere – ha commentato De Luca – Tengo a precisare – ha continuato – che il voto popolare attribuitomi è stato assolutamente trasversale e ciò significa che la mia elezione è espressione di un’istanza generalizzata di cambiamento, istanza – ha conclusa – alla quale intendo dare una risposta, mantenendo a debita distanza ideologie che non mi appartengono.”

Insomma, il 2015 non si è aperto di certo nel migliore dei modi. Le alleanze sembrano lontane, come la nuova giunta. Chissà cosa accadrà nei prossimi giorni. Intanto De Luca continua a dirsi “moderatamente fiducioso”.