Rubano tre compattatori della nettezza urbana. La polizia recupera i mezzi

questura matera luisa fasanoMATERA – Sarebbero probabilmente in futuro serviti per bloccare una strada, nel corso di una operazione malavitosa, i tre compattatori della nettezza urbana, di cui uno dotato di GPS, sottratti ieri, a Matera, all’oasi ecologica. Sono stati recuperati nel corso di una operazione di polizia, che ha visto l’intervento di uomini e volanti, i cui dettagli sono stati forniti, questa mattina, in una conferenza stampa, che ha avuto luogo in Questura, dalla dirigente della Questura Luisa Fasano e dalla dirigente della Squadra Volanti, Maria Antonietta Piccitto. I fatti risalgono alla serata di ieri, quando alle ore 19 e 15, quando veniva segnalato lo sversamento di rifiuti in un terreno. È scattato un pattugliamento completo. Operazione articolata, che si è sviluppata nel territorio fra Venusio e Gravina, lungo le strade di collegamento interne. Alle 19 e 30, veniva intanto segnalata la presenza di un’Audia A3 di colore grigio scuro, risultata rubata, in direzione Matera. L’auto, con a bordo quattro persone, di cui il guidatore e gli autisti dei tre mezzi della nettezza urbana, è stata intercettata da una pattuglia. Giunti nella zona, sulla strada provinciale che collega a Gravina di Puglia, gli agenti hanno notato la presenza dell’auto: hanno cercato di bloccarla, ma la vettura ha proseguito la sua corsa, tentando anche di investire i poliziotti che erano scesi dalla Volante. La Polizia ha poi sparato i cinque colpi di pistola in aria, ma i quattro hanno continuato la fuga. Nelle scorse settimane, nella stessa oasi ecologica dove vi sono i mezzi per la raccolta dei rifiuti, ne erano stati rubati altri quattro. Le indagini per rintracciare i quattro uomini in fuga sono state allargate anche alle zone pugliesi confinanti con il Materano.