Rionero in Vulture. Dopo una denuncia su Facebook sequestrato il canile comunale

Canile RioneroRIONERO IN VULTURE – Il Corpo Forestale dello Stato insieme al Comando della Polizia Locale di Rionero in Vulture hanno posto sotto sequestro il canile comunale di Rionero in Vulture ospitante 125 cani di varie razze per le precarie condizioni in cui gli animali venivano custoditi.

La denuncia è partita attraverso la pagina Facebook del “Comitato Servizi e Disservizi di Rionero in Vulture”, nella quale si riferiva del ritrovamento di alcuni cuccioli abbandonati, che si preferiva non portare al canile per evitarne il sicuro abbattimento.

L’intervento delle forze di polizia ha permesso di accertare che nel canile non venivano rispettati i requisiti minimi previsti dalla normativa in materia di benessere e buona detenzione degli animali, in quanto i locali e i ricoveri erano carenti dal punto di vista igienico/sanitario per la presenza di urine e feci, né venivano effettuate operazioni di disinfestazione, disinfezione e derattizzazione.

Inoltre, gli spazi dedicati agli ospiti risultano non convenienti alle esigenze etologiche degli animali: poche cucce, pochi spazi di libertà, molti pericoli per la loro incolumità.

Per di più, la gestione degli escrementi prodotti dagli animali e delle carcasse di animali morti, trattandosi di rifiuti speciali, non rispettava le norme in materia di rifiuti e veniva effettuata senza le prescritte autorizzazioni di legge.

Il Corpo forestale dello Stato, attraverso Nuclei investigativi specializzati N.I.R.D.A., N.I.C.A.F. e N.I.P.A.F., è da sempre impegnato in primo piano nel contrasto ai reati a danno degli animali.