Criminalità nel Metapontino. Dalla Prefettura materana possibile aumento videosorveglianza

Luigi Pizzi - Prefetto di Matera

Luigi Pizzi – Prefetto di Matera

MATERA – I territori del Metapontino, dove si ripetono furti ed episodi di danneggiamento, potranno presentare progetti di videosorveglianza con le opportunità offerte dal ”Programma operativo nazionale sicurezza” del Ministero dell’Interno, grazie al reinserimento della Basilicata tra le aree svantaggiate.

Lo si è appreso ieri a Matera a conclusione di una riunione del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto, Luigi Pizzi, allargato alle associazioni di categoria e alle amministrazioni locali. Le proposte dovranno essere presentate entro il prossimo 17 aprile.

La questione dell’attivazione di forme di tutela, attiva e passiva, era stata evidenziata nel corso dei lavori di un precedente comitato tecnico di coordinamento interforze del marzo scorso.