Craco. Ritrovato ordino nel centro storico. Il sindaco: vogliono intimidirci

Pino Lacicerchia - Sindaco di Craco

Pino Lacicerchia – Sindaco di Craco

CRACO – A denunciare il “grave atto intimidatorio” è lo stesso Pino Lacicerchia, sindaco del centro lucano, a seguito del ritrovamento di un ordigno esplosivo nei pressi del “percorso di visita” nel centro storico.

Secondo Lacicerchia, ignoti “tra la serata di domenica 29 e lunedì 30 dicembre” avrebbero “posto un ordigno esplosivo vicino al percorso in sicurezza di visita nel centro storico”.

Il sindaco specifica comunque che circa la “natura dell’evento e il tipo di ordigno sono in corso di svolgimento indagini da parte dei carabinieri di Pisticci che hanno constatato l’evento insieme al responsabile della polizia locale Franco Tuzio”.

“Il Comune” prosegue Lacicerchia è “prontamente è intervenuto per accertare i danni e programmare alcuni interventi di puntellatura dell’edificio che ‘si è rifiutato di crollare’ anche se danneggiato, non ha ceduto all’intimidazione come non cederemo noi evidentemente”.

“Manderemo avanti con più forza e determinazione la nostra azione contro la criminalità a Craco” ha dichiarato “non ci faremo intimidire. I risultati conseguiti dall’azione dello Stato a Craco vanno difesi e ulteriormente sviluppati per liberare definitivamente la nostra comunità da questo cancro”.

“Per questo chiedo” conclude il sindaco “che si rafforzi ulteriormente l’impegno profuso dalla magistratura e dalle forze dell’ordine e che oltre all’azione dell’arma dei carabinieri vengano rafforzate anche quella della polizia di stato e della Guardia di Finanza”.