Sei arresti tra Basilicata e Campania per Droga e Prostituzione

prostituzionePOTENZA – Vendevano droga, per lo più hascisc, marijuana e cocaina, a Potenza e in alcuni comuni del Potentino, dopo averla acquistata a Napoli, e in alcuni casi hanno fatto prostituire una ragazza romena, anche nel Materano, dove speravano di allargare il “giro”: con le accuse, a vario titolo, di spaccio, induzione alla prostituzione ed estorsione, la Polizia ha arrestato sei persone (cinque in carcere, una ai domiciliari) e hanno notificato un obbligo di firma.

I particolari dell’operazione sono stati illustrati oggi, a Potenza, dal Procuratore della Repubblica, Laura Triassi, e dal dirigente della squadra mobile del capoluogo, Carlo Pagano. Le indagini sono cominciate sulla base delle dichiarazioni di uno degli arrestati, che ha cominciato a fornire alla Polizia i particolari della rete di spaccio della droga.

Gli arrestati sono tutti residenti nel Potentino, tranne due: una persona è di Torre Annunziata (Napoli), mentre per un’altra la misura cautelare è stata notificata in carcere, a Campobasso. L’episodio di estorsione è avvenuto nei confronti di uno degli acquirenti della sostanza stupefacente, che non aveva ancora pagato quanto comprato, e per questo motivo è stato minacciato insieme a un familiare. La donna romena coinvolta nella vicenda (che all’epoca dei fatti aveva 19 anni) era stata invece contattata con la prospettiva di guadagni facili e di clienti “sicuri” e “ricchi”.