Pomarico: smantellata associazione dedita al traffico di droga

Matera. Dovranno rispondere di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di  sostanze stupefacenti quattro giovani di Pomarico arrestati oggi dai  Carabinieri al termine di una vasta operazione condotta tra le province di Matera, Barletta – Andria – Trani e Perugia. Si tratta di Antonio Grieco, Ennio Cristalli, Luigi La Bella e Raffaele Paladino. Come una vera e propria struttura piramidale il primo era capo dell’organizzazione e finanziatore, il
secondo braccio operativo,  gli altri due, invece, provvedevano al reperimento ed allo spaccio della droga e ad intimidire eventuali “concorrenti”. Grieco, Cristalli e La Bella, poi, sono anche accusati di associazione a delinquere  finalizzata a furti  e ricettazione. I colpi, almeno una decina, sono stati effettuati in appartamenti o esercizi commerciali del paese del Materano evidentemente per rimpinguare le casse dell’organizzazione.  Dai militari è stata trovata parte della refurtiva, monili in oro, materiale elettronico e da lavoro, per un valore di circa 5000 euro. Trenta grammi,
invece, il quantitativo di droga sequestrata,  marijuana, hashish, cocaina ed eroina. Per i reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti è finito ai domiciliari anche il pomaricano Michele Casolaro. Emessi, poi, altri  provvedimenti restrittivi con obbligo di firma per gli stessi reati nei confronti di altre quattro persone, una donna, Paola Fecchio di Pomarico, e tre uomini, Michele Martoccia di Assisi, Francesco Egitto di Minervino Murge e Nicola Lullo di Andria. Il nome convenzionalmente scelto per l’operazione è  “Nuove leve” poiché nell’organizzazione erano coinvolti ragazzi poco più che ventenni intenzionati a conquistare il mercato locale e non solo. Ma c’è di più perché  da parte dell’associazione erano stati “assoldati” anche dei minorenni che ricevevano, quale corrispettivo per la buona riuscita degli illeciti loro commissionati, soldi o sostanza stupefacente per uso personale.  Ad illustrare tutti i dettagli della vasta operazione, oggi in conferenza stampa, il comandate della compagnia di Matera, il capitano Paolo Sambataro. Nel corso dell’operazione sono stati impiegati una cinquantina di militari, supportati da tre unità cinofile per la ricerca di droga, armi ed esplosivi ed  un velivolo del 6° Elinucleo di Bari Palese.  L’attività di indagine coordinata e diretta dalla Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia di Potenza è stata avviata nel gennaio 2010 e conclusa nel primo semestre del 2011;