Rifiuti. Da oggi a Matera c’è Progetto Ambiente

Matera. Il risveglio per i cittadini materani oggi è stato tra i rifiuti. Disagi che rientrano, si spera, nel cambio di guardia nella gestione della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti urbani. Da oggi subentra all’Aimeri la società Progetto Ambiente che avrà tre mesi di tempo per mettere a regime il suo piano. “I disagi di questa mattina” assicura l’assessore all’ambiente al comune di Matera Giuseppe Falcone “sono tutti legati al passaggio di consegna. La nostra priorità infatti è stata la salvaguardia dei livelli occupazionali e il mantenimento degli standard di raccolta differenziata che se pure ancora bassi (30%) sono comunque un punto di partenza”. Pare infatti che da poche ore sia conclusa la trattativa tra le due società per quanto riguarda le attrezzatura stradali e gli automezzi. Progetto ambiente nel suo piano prevede un aumento delle zone interessate dal porta a porta che sarà incrementato anche nelle aree sperimentali con la relativa diminuzione delle isole ecologiche; inoltre la società di Avigliano prevede anche il miglioramento dello spazzamento stradale davvero carente durante la gestione Aimeri. Falcone ha spiegato che “in tutta questa faccenda non ci sono parti contrapposte e che gli ottimi risultati si raggiungono sol se amministrazione, azienda e cittadini svolgono il proprio compito in quanto parte del sistema”. L’appalto che avrà una durata di tre anni più uno eventualmente prorogabile resta comunque piuttosto carente dal punto di vista finanziario per una città distribuita su 13 chilometri con un complesso centro storico con cui fare i conti.