Piano territoriale per la lotta alla droga

Matera. Contrastare la diffusione e l’uso di sostanze stupefacenti? Si può e si deve, intervenendo sia attraverso azioni di prevenzione sia attraverso azioni di inclusione sociale. Come prevede il Piano Territoriale di interventi per la lotta alla droga, presentato ai giornalisti, presso la sala giunta del Comune di Matera. Il Piano, sottoscritto una settimana fa e sulla cui fase esecutiva dovrà ora esprimersi la Regione, prevede un finanziamento di circa 146mila euro, provenienti dal Fondo Nazionale Lotta alla Droga. Le previsioni, ha osservato la dottoressa Lucia D’Ambrosio del Sert, parlano di un aumento della diffusione delle sostanze psicotrope. La prevenzione si rivolgerà, ha detto, alla popolazione sana – quella cioè che non è ancora entrata in contatto con le droghe – orientandosi, quindi essenzialmente, alla fascia pre-adolescenziale e alla fascia adolescenziale. Ma sono previsti, ha sottolineato ancora la D’Ambrosio, interventi rivolti ai soggetti a rischio. Fra gli interventi relativi alla inclusione sociale, previste borse lavoro per chi ha intrapreso o concluso percorsi di recupero. La partnership istituzionale proponente il piano è composta da Amministrazione Comunale e amministrazione provinciale, ma anche dall’Azienda Sanitaria Matera. Fra i soggetti che hanno partecipato al tavolo di programmazione, presenti inoltre la Casa Circondariale di Matera, l’Ufficio Scolastico Provinciale e la Delegazione Provinciale di Matera del Csv Basilicata.