Stellantis cresce nel mercato europeo e dell’elettrico nel primo semestre 2024

Aumento dei volumi di vendita e leadership in diversi paesi per il gruppo automobilistico

Stellantis ha registrato una crescita dello 0,9% nei volumi di vendita nel mercato europeo e ha visto un incremento significativo nel settore dei veicoli a basse emissioni nel primo semestre del 2024.

Stellantis ha diffuso oggi i dati riguardanti le vendite sul mercato europeo e nel settore dei veicoli elettrici per il primo semestre del 2024, mostrando una crescita complessiva dello 0,9% nei volumi di vendita e una quota di mercato del 18,21%. Il gruppo ha registrato risultati particolarmente positivi in Francia, Italia e Portogallo, mantenendo la leadership in questi paesi dall’inizio dell’anno.

In Francia, Stellantis detiene una quota di mercato superiore al 30%, con modelli come Peugeot 208, 308, 2008 e Citroën C3 tra i più venduti. In Italia, le vendite sono aumentate dell’1%, con una quota di mercato del 33%. In Germania, le vendite hanno visto un incremento vicino al 24%, con quasi tutti i marchi del gruppo registrando una crescita a due cifre.

Il settore dei veicoli commerciali ha visto Stellantis Pro One consolidare la sua leadership con una quota di mercato del 28,5% e un incremento dei volumi del 4%. In Germania, la crescita è stata particolarmente significativa, con un aumento delle vendite di oltre il 44%.

Nel mercato dei veicoli a basse emissioni (LEV), Stellantis ha registrato un incremento costante delle vendite, con una crescita significativa dei veicoli elettrici a batteria (BEV) in Francia, Italia e Regno Unito. In Francia, la Peugeot E-208 è risultata l’auto elettrica più venduta nel semestre, con un aumento dei volumi di oltre il 48%. A giugno, le vendite di BEV sono cresciute del 19% in Italia e del 16% nel Regno Unito.

Uwe Hochgeschurtz, Chief Operating Officer di Stellantis Enlarged Europe, ha dichiarato: “Sosterremo la nostra crescita cogliendo le opportunità e gestendo le turbative di mercato. Grazie alla nostra solida posizione di mercato, alle partnership strategiche e a una solida gamma di prodotti, entriamo nella seconda metà dell’anno con un forte slancio”.

Nonostante il recente disastroso report sulla produttività degli stabilimenti italiani diffuso dal segretario generale della FIM CISL, Ferdinando Uliano, Stellantis continua a mostrare segnali di crescita e adattamento, con una particolare attenzione al mercato dei veicoli a basse emissioni e alle nuove tecnologie di mobilità sostenibile.