Evangelista (Fim Cisl): “Positive le nuove produzioni ibride di Stellantis, investimenti necessari anche a Melfi”

Il segretario della Fim Cisl Basilicata chiede che anche i nuovi modelli DS e Lancia siano prodotti in versione ibrida a Melfi

Gerardo Evangelista, segretario generale della Fim Cisl Basilicata, ha espresso un giudizio positivo sul piano di sviluppo delle motorizzazioni ibride annunciato da Stellantis, che prevede la produzione di 30 nuovi modelli entro la fine del 2026. Evangelista ha sottolineato l’importanza di estendere questa scelta anche ai due nuovi modelli DS e al modello Lancia, attualmente previsti solo in versione elettrica e destinati a essere prodotti nello stabilimento di Melfi a partire dal 2025/2026.

Gerardo Evangelista FIM

“Una scelta positiva che deve interessare anche i due nuovi modelli DS e quello Lancia, al momento previsti solo in versione elettrica, che verranno prodotti a partire dal 2025/2026 nello stabilimento di Melfi”, ha commentato Evangelista. Il segretario ha evidenziato come le motorizzazioni ibride, la cui domanda di mercato è in crescita, potrebbero contribuire a consolidare i volumi produttivi dello stabilimento di Melfi, garantendo così i livelli occupazionali.

Evangelista ha ribadito l’importanza di investire nello stabilimento lucano per sfruttare appieno il potenziale delle nuove tecnologie ibride, sostenendo che tali investimenti sono cruciali per mantenere e creare posti di lavoro nella regione. La richiesta di Evangelista si inserisce nel contesto di un settore automobilistico in continua evoluzione, dove l’ibridazione rappresenta una fase intermedia importante verso una mobilità completamente elettrica.

Il piano di Stellantis per le motorizzazioni ibride rappresenta una opportunità significativa per rafforzare la competitività dello stabilimento di Melfi, contribuendo allo sviluppo economico locale e alla salvaguardia dei posti di lavoro.