A Potenza il 15/3 sit-in per il trasporto pubblico regionale

Una mobilitazione per il trasporto pubblico in Basilicata che si concretizzerà con un sit-in di protesta, indetto per la mattinata di venerdì 15 marzo davanti alla sede della Regione Basilicata, a Potenza: è quanto hanno annunciato, nel pomeriggio a Potenza, Filt Cgil Basilicata, Federconsumatori Basilicata, Legambiente Basilicata, Ciufer Basilicata, Consiglio Studenti dell’Università degli Studi della Basilicata, Rete degli studenti medi e Consulta provinciale degli studenti. Le criticità del settore sono state evidenziate ai giornalisti dal segretario Filt Cgil, Luigi Ditella, con la presentazione di un documento – che sarà consegnato all’assessore regionale ai trasporti, Dina Sileo – in cui si evidenzia come “le maggiori difficoltà riguardano la condizione e la qualità dei mezzi di trasporto, i tempi di percorrenza, la sconnessione del sistema e i servizi”. Al governo regionale viene contestata la mancata partecipazione delle sigle sindacali alla firma del rinnovo contrattuale con Fal e Trenitalia, il ritardo dei lavori alla stazione centrale di Potenza, i progetti di alcuni lavori, il numero carente di nuovi treni acquistati, ed a tutela degli studenti la mancanza di offerte, della bigliettazione unica e la connessione assente tra i due capoluoghi. Tra le proposte avanzate sono state elencati anche il potenziamento dell’intermodalità, il rinnovo del parco mezzi, la decarbonizzazione degli automezzi, la revisione delle linee extraurbane in orario scolastico e di entrata-uscita da lavoro, progetti di mobilità a basso impatto ambientale, il potenziamento dei collegamenti tra Potenza e Matera e con gli aeroporti vicini, la riduzione dei prezzi dei biglietti e l’istituzione di un tavolo tecnico per definire gli interventi necessari e quella di un osservatorio autonomo dalle istituzioni regionali sulla mobilità e trasporti in Basilicata.