Rinvio del termine per le domande di concessioni balneari

La Regione Basilicata annuncia il differimento del termine per le concessioni demaniali marittime, in attesa di nuove direttive governative

Dina Sileo, assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, ha annunciato il posticipo del termine per la presentazione delle domande relative alle concessioni demaniali marittime, in risposta alle direttive del ministero guidato da Matteo Salvini e alle richieste dell’UE.

La data limite per la presentazione delle domande per l’ottenimento delle concessioni demaniali marittime è stata posticipata. L’annuncio è stato fatto dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità della Basilicata, Dina Sileo, che ha citato una comunicazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit) come base per tale decisione.

Secondo l’assessore Sileo, il rinvio si è reso necessario in seguito alle osservazioni formulate dalla Commissione Europea. Il ministero, attualmente sotto la guida di Matteo Salvini, ha sottolineato l’importanza di condurre una valutazione preliminare sulla limitatezza delle risorse naturali coinvolte, prima di procedere con le procedure selettive per l’assegnazione delle autorizzazioni.

Inoltre, l’assessore ha espresso gratitudine nei confronti del ministro Salvini per il suo impegno nella difesa del know-how degli imprenditori italiani. Salvini, infatti, ha avviato un dialogo con la Commissione Europea per risolvere una questione che si trascina da tempo.

Il differimento del termine è visto come un passo importante per allineare le procedure nazionali con le richieste e le normative europee, garantendo al contempo la tutela degli interessi degli operatori balneari italiani