Avanza il Contratto di Espansione di Natuzzi Spa

Sindacati e Natuzzi Spa definiscono termini e condizioni per la collocazione in pensione anticipata di dipendenti

Il dialogo tra Natuzzi Spa e le Organizzazioni Sindacali prosegue, concentrandosi sul Contratto di Espansione firmato lo scorso 11 Luglio presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. L’11 Ottobre, l’azienda ha reso noto l’inserimento nel portale Prat dell’Inps di una lista di 111 dipendenti, pur con un tetto massimo di 84 unità, interessati alla collocazione in pensione anticipata come previsto dal Contratto.

Le parti hanno fissato al 25 Ottobre 2023 la deadline per la definitiva adesione alla pensione anticipata, riconoscendo che le prime manifestazioni d’interesse erano revocabili e non obbligatorie. Nella stessa data, è previsto un ulteriore incontro con lo scopo di avanzare sul Contratto Integrativo Aziendale, atteso con ansia dai dipendenti della Natuzzi Spa e fondamentale per chiarire i livelli di inquadramento professionale.

Infine, si è ritenuto opportuno sollecitare il Ministero delle Imprese e del Made in Italy affinché venga convocata la Cabina di Regia. L’obiettivo è quello di monitorare con regolarità l’attuazione del Piano industriale di Natuzzi Spa, garantendo un controllo continuativo e non discontinuo sulle sue fasi operative.