Un milione di euro dalla Feampa per la pesca e acquacoltura in Basilicata

La Regione emana un bando per promuovere sviluppi sostenibili nel settore: il termine per presentare strategie è il 20 ottobre

Nell’ambito del programma comunitario Feampa 2021-2027, la Regione Basilicata si è vista assegnare un milione di euro per incentivare lo sviluppo sostenibile delle comunità locali impegnate nella pesca e nell’acquacoltura. Alessandro Galella, assessore regionale alle Politiche agricole, Alimentarie e forestali, ha presentato questa mattina alla stampa e agli stakeholder un avviso pubblico relativo alla selezione di strategie di sviluppo locale partecipative, noto come Community-Led Local Development (CLLD).

L’avviso è indirizzato ai Gruppi di Azione Locale (GAL), composti da partenariati pubblico-privati che coinvolgono gli attori fondamentali del settore ittico. Non solo operatori della pesca e dell’acquacoltura, ma anche quelli di altri settori economici significativi, come la trasformazione e la commercializzazione, l’ambiente e il turismo, possono partecipare. Il GAL coinvolge anche ONG, associazioni locali, autorità locali e altri enti pubblici. I territori di interesse sono aree costiere, insulari e interne con una popolazione minima di 50.000 abitanti, criterio non applicabile a specifiche aree interne.

Il bando mette a disposizione 800 mila euro per l’attuazione della strategia CLLD e fino a 200 mila euro per spese di gestione e animazione. Il termine per la presentazione delle strategie è fissato al 20 ottobre 2023. Per le spese preparatorie, si possono richiedere circa 20.000 euro, da inviare almeno 10 giorni prima della presentazione della strategia.