Confapi Matera alla giornata di studio ZES: nuovi orizzonti per lo sviluppo sostenibile del Sud

Massimo De Salvo, Presidente di Confapi Matera, evidenzia le opportunità e i rischi della centralizzazione del nuovo sistema ZES, e celebra l’inclusione del Metapontino

La giornata di studio “ZES: rotta verso lo sviluppo sostenibile del Sud” ha visto la partecipazione di Massimo De Salvo, Presidente di Confapi Matera, ieri a Taranto. L’evento, organizzato dalla ZES Ionica Interregionale Puglia-Basilicata, è stato un’occasione per fare il punto sulla situazione a un anno dall’apertura dello Sportello Unico Digitale per la concessione dell’autorizzazione unica.

De Salvo ha sottolineato come la centralizzazione della gestione delle Zone Economiche Speciali (ZES) a Roma possa rappresentare un problema, specialmente per le piccole e medie imprese (PMI). Pur considerando positivo l’approccio unificato alla ZES, il presidente ha messo in guardia sul rischio che le aziende possano perdere il contatto con il proprio territorio a causa dell’accentramento decisionale. Ha sottolineato la necessità di avere punti di riferimento locali, soprattutto per le PMI che necessitano di assistenza continua per procedere con i loro progetti d’investimento senza errori.

De Salvo ha anche segnalato la necessità di preservare i vantaggi offerti dalle strutture commissariali, che finora hanno fornito un valido supporto alle imprese attraverso la semplificazione dei processi di autorizzazione.

Uno dei punti forti dell’intervento è stata la celebrazione dell’inclusione del territorio del Metapontino nel nuovo sistema ZES unico. Secondo De Salvo, questa è una svolta positiva che porterà maggior appeal alla costa ionica e alle aree interne della regione, in termini di attrazione di nuovi investimenti. Confapi Matera si è detta pronta a offrire il massimo supporto alle imprese interessate.