Investimento da 45 milioni di euro del gruppo Orogel rivoluziona l’agroindustria lucana

Il segretario generale della Cisl Basilicata, Vincenzo Cavallo, sottolinea l’importanza dell’investimento per lo sviluppo di un ecosistema agroalimentare in Basilicata

Un significativo investimento da parte del gruppo Orogel potrebbe rappresentare una svolta per l’industria agroalimentare della Basilicata. Il gruppo ha annunciato un investimento di 45 milioni di euro fino al 2026, destinati alla realizzazione di un impianto di confezionamento di ortaggi e di una grande cella frigorifera da 10.000 metri cubi. Questa manovra economica, secondo Vincenzo Cavallo, segretario generale della Cisl Basilicata, è un segnale forte delle potenzialità del settore nel Metapontino e nell’intera regione.

Il segretario Cavallo ha altresì evidenziato come questo investimento si sommi ai 60 milioni di euro già investiti dal gruppo Orogel nell’area di Policoro negli ultimi 15 anni. Questi investimenti pregressi hanno permesso un incremento esponenziale della forza lavoro, passata dai 48 dipendenti del 2009 agli attuali 485, fortificando così il tessuto economico locale.

Per Cavallo, la Basilicata ha il potenziale di sviluppare un robusto ecosistema agroindustriale, capace di produrre posti di lavoro qualificati e di rafforzare l’intero sistema economico regionale. In questo contesto, il segretario generale della Cisl lucana sottolinea l’importanza di investire le risorse del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) e del Programma di Sviluppo Rurale per rafforzare le filiere agricole e agroindustriali. Questi investimenti, unitamente alla formazione specialistica nel settore, potrebbero trasformare la Basilicata in un riferimento nazionale nel campo agroindustriale.