E’ street food mania, Coldiretti Puglia: 7 turisti su 10 preferiscono il più economico cibo di strada

E’ street food mania. Il caro vita sta lanciando in Puglia la tendenza a consumare sempre piu’ cibo di strada. Economico, pratico, da consumare all’aperto e in compagnia. Secondo l’analisi di Coldiretti Puglia, sette turisti su dieci lo preferiscono ai piu’ tradizionali ristoranti, trattorie, pizzerie e pub. Il fenomeno e’ legato anche al moltiplicarsi delle sagre in regione, soprattutto d’estate.

“Si tratta di un fenomeno storicamente presente in Puglia – rileva la Coldiretti regionale – che sta vivendo una nuova stagione di successo anche grazie alle nuove tecnologie, perché concilia la praticità con il costo contenuto.

Lo street food rappresenta per molti una alternativa valida per mangiare fuori in vacanza e per ottimizzare i tempi. Sia nelle località turistiche, sia nelle città d’arte. “Tra i vacanzieri che mangiano cibo di strada ad essere nettamente preferito dall’83% è il cibo della tradizione locale, che va dalla focaccia ai panzerotti, dal panino con il polpo fino alle alternative vegane con le verdure di stagione”.

“Alla crescita del fenomeno si accompagna paradossalmente – denuncia Coldiretti – una preoccupante perdita del radicamento territoriale e un impoverimento della varietà dell’offerta, ma anche il rischio di uno scadimento qualitativo con preoccupanti riflessi sul piano sanitario”. Per questo, la Coldiretti regionale rilancia l’offerta dei mercati degli agricoltori del circuito Fondazione Campagna Amica.

“Una realtà in grado di soddisfare anche le recenti tendenze salutistiche con l’offerta di frutta presentata in tutte le diverse forme, dai centrifugati alla classica fetta d’anguria. In questi mercati si trovano prodotti locali del territorio, messi in vendita direttamente dall’agricoltore nel rispetto di precise regole comportamentali e – conclude Coldiretti – di un codice etico ambientale.