FAL, venerdì 26 maggio possibili disagi per sciopero

L’organizzazione sindacale USB Lavoro Privato di Basilicata conferma la protesta: treni e autobus coinvolti

È previsto per venerdì 26 maggio uno sciopero di 24 ore che coinvolgerà treni e autobus delle Ferrovie Appulo Lucane. La protesta è stata proclamata da USB e alla quale ha aderito l’organizzazione sindacale USB Lavoro Privato di Basilicata. Questo causerà probabilmente disagi per i pendolari e i viaggiatori della regione.

Tra le motivazioni dello sciopero ci sono l’auspicio per aumenti salariali di 300 euro, una nuova indicizzazione dei salari all’aumento reale del costo della vita, la protesta contro il nuovo codice degli appalti, il ‘decreto Cutro’, il progetto Calderoli di autonomia differenziata e la delega fiscale. Il sindacato chiede anche l’abolizione dell’IVA sui beni di prima necessità, un tetto ai prezzi di tali beni, la detassazione delle pensioni in linea con gli altri paesi europei e pensioni minime a 1000 euro.

Ulteriori richieste riguardano un milione di assunzioni nella Pubblica Amministrazione, la stabilizzazione dei precari, l’introduzione del reato di omicidio sul lavoro e la difesa del diritto di sciopero.

Nonostante lo sciopero, saranno assicurati tutti i servizi nelle fasce di garanzia, ossia dalle ore 5.30 alle ore 8.30 e dalle ore 12.30 alle ore 15.30. Ulteriori informazioni e orari possono essere trovati sul sito delle Ferrovie Appulo Lucane e contattando il numero verde 800.050.500.