Sicurezza sul lavoro e viabilità sotto l’occhio dei Carabinieri a Taranto

Intensi controlli a Martina Franca: due imprese sospese per violazioni alla sicurezza sul lavoro, un imprenditore denunciato e 11 violazioni al Codice della Strada accertate

Nel quadro dei servizi di controllo del territorio predisposti dal Comando Provinciale di Taranto, con l’obiettivo di prevenire e reprimere i reati nell’ambito della sicurezza sui luoghi di lavoro, si è tenuta un’operazione straordinaria denominata “Ad alto impatto”. Il corpo dei Carabinieri della Compagnia di Martina Franca, insieme al Nucleo Ispettorato Lavoro di Taranto, ha presidiato il territorio con decisione.

Durante l’operazione, i Carabinieri hanno effettuato ispezioni a due imprese commerciali del centro abitato, mettendo sotto controllo quattro lavoratori. Un imprenditore è stato denunciato alla Procura Ionica per presunte violazioni al Testo Unico sulle norme relative alla salute e sicurezza dei lavoratori.

La prima impresa controllata ha ricevuto contestazioni per l’omessa formazione dei lavoratori, l’assenza del documento di valutazione dei rischi e per aver retribuito una dipendente in contanti. Di conseguenza, è stata adottata la misura della sospensione cautelare dell’attività imprenditoriale.

Anche la seconda impresa non è stata risparmiata: è stata contestata per l’omessa formazione dei lavoratori e la mancanza del documento di valutazione dei rischi. Inoltre, per aver impiegato un lavoratore “in nero”, è stata sanzionata con una maxi multa di 26.000 euro e ha subito la sospensione cautelare dell’attività.

Parallelamente, l’operazione “Ad alto impatto” ha tenuto sotto controllo la viabilità locale. Numerosi veicoli e persone sono stati controllati, con l’accertamento di 11 violazioni al Codice della Strada.

L’operazione conferma l’impegno costante delle forze dell’ordine nella vigilanza del rispetto delle normative, sia in ambito lavorativo che viabilistico, per garantire sicurezza e legalità sul territorio.