Lavori pubblici incontro degli Edili di Confapi alla Provincia di Matera

Una delegazione della Sezione Edili Aniem di Confapi Matera, guidata dal Presidente Mario Bitonto e dal Direttore Vito Gaudiano, ha incontrato ieri il Dirigente Area V della Provincia di Matera, ing. Pasquale Morisco e il Funzionario Ufficio SUA (Stazione Unica Appaltante), dott. Vincenzo Solimeno, per un confronto sulle modalità di aggiudicazione e sugli affidamenti diretti di lavori pubblici.

Il Presidente Bitonto ha evidenziato alcune problematiche che riguardano la categoria degli Edili, come i ribassi eccessivi nelle gare d’appalto e l’esigenza di un maggiore coinvolgimento delle imprese locali.

L’aumento dei prezzi dei materiali da costruzione, infatti, ha aggravato le conseguenze del fenomeno dei ribassi elevati, per cui l’Associazione ha espresso preoccupazione per la tendenza delle Pubbliche Amministrazioni appaltanti ad aggiudicare le gare con ribassi eccessivi.

“Dopo la recente impennata del costo dei materiali – ha evidenziato il dott. Bitonto – con i ribassi cui stiamo assistendo in questi giorni non è assolutamente possibile acquistare i materiali per l’esecuzione delle opere pubbliche. Per questo motivo chiediamo la collaborazione della Provincia per vigilare su tali comportamenti anomali di imprese che, pur di aggiudicarsi un lavoro, non garantiscono una corretta esecuzione delle opere, distorcono il mercato e danneggiano l’intera collettività”.

Un altro tema evidenziato dagli Edili di Confapi riguarda l’esigenza di impiegare maggiormente le imprese del territorio, soprattutto negli affidamenti diretti, anche come garanzia di corretta esecuzione delle opere. Riguardo agli affidamenti diretti il Presidente ha invitato i referenti della Provincia, nelle more dell’aggiornamento del Prezzario regionale e in attesa dell’emanazione dei decreti ministeriali di rilevazione delle variazioni percentuali dei prezzi, per alcune categorie merceologiche sottostimate, come per esempio le barriere di sicurezza, la segnaletica stradale, i laterizi, il conglomerato bituminoso e altro, a non utilizzare il Prezzario regionale negli affidamenti diretti ma a procedere mediante l’acquisizione di preventivi, conducendo in tal modo un’analisi dei costi.

La Regione Basilicata ha avviato le procedure per l’elaborazione del nuovo Listino che, tuttavia, non vedrà la luce prima della fine del mese di marzo e la cui applicazione è comunque facoltativa trattandosi di prezzi di riferimento.

Grande disponibilità è stata offerta dalla Provincia, nella consapevolezza che i continui aumenti dei prezzi dei materiali e delle materie prime nel settore delle costruzioni stanno creando notevoli problemi alle imprese operanti nel mercato dei lavori pubblici a causa del disallineamento tra i prezzari vigenti e gli attuali prezzi di mercato. Anche l’impennata dei costi energetici sta contribuendo ad aggravare una situazione molto complicata.