Puglia: ok a rendiconto generale e consolidato, ad assestamento e variazioni a bilancio 2022

Il Consiglio Regionale Pugliese ha approvato il rendiconto generale e il bilancio 2021 e la variazione al bilancio 2022

“Abbiamo un bilancio in buona salute” ha commentato il vicepresidente pugliese Raffaele Piemontese commentando le previsioni di spesa. Dure invece le opposizioni che hanno espresso voto contrario.

“Vogliamo che in questo periodo così complesso per tante famiglie sia concreto il sostegno a chi si trova più in difficoltà”: è il commento del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano a conclusione del consiglio regionale che ha approvato a maggioranza, con voto contrario dell’opposizione, il rendiconto generale della Regione per l’esercizio finanziario 2021, il bilancio consolidato 2021 e l’assestamento e variazione al bilancio per l’esercizio finanziario 2022 e pluriennale 2022-2024.

Nell’ambito della manovra di variazione al bilancio 2022, quindici milioni di euro saranno stanziati per la riduzione delle liste d’attesa, 3 milioni per aumentare le famiglie che possono ricevere un contributo per i canoni di locazione, 2 milioni e 600 mila euro per l’assegno di cura ai malati gravissimi e 500 mila euro per sperimentare lavori di pubblica utilità rivolti ai lavoratori in cassa integrazione.

Raffaele Piemontese, assessore pugliese al Bilancio, ha aperto il suo intervento anticipando che entro la fine dell’anno la regione si prepara a certificare una spesa di 4 miliardi e 100 milioni di euro rispetto alla dotazione di 4 miliardi e 400 milioni di euro del Programma Operativo 2014-2020.

“Il conseguimento dei target di spesa nell’attuazione degli interventi finanziati con i fondi strutturali comunitari — ha aggiunto Piemontese — è solo uno dei positivi indicatori che confermano che abbiamo un bilancio in salute”.

L’assessore regionale alla Sanità Rocco Palese, durante la discussione, è intervenuto sull’aumento dei costi energetici che hanno portato a un aumento della spesa sanitaria di circa 200 milioni di euro e ha commentato la mancata definizione, da parte del Governo, del riparto del fondo sanitario 2022, definendolo un “evento grave”.

Dure le opposizioni, che hanno espresso voto contrario. “Per abbattere le liste di attesa sanitarie in Puglia la Regione stanzia spiccioli e l’assessore Palese si perde nella burocrazia” è il commento del gruppo in Consiglio regionale di Fratelli d’Italia. “Ancora una volta la maggioranza di centrosinistra ha dato prova in aula di non avere idee chiare sulle priorità dei pugliesi” è stato invece il commento di Forza Italia.