CCIAA, Turismo: Basilicata destinazione esclusiva e di qualità

Il primo e secondo report di analisi turistica territoriale in Basilicata, sia sotto il profilo dei comportamenti turistici e di consumo, sia in ottica di offerta turistica, è stato il tema al centro del webinar organizzato dalla Camera di Commercio di Basilicata giovedì 29 settembre.

L’evento è stato aperto dai saluti di Vito Signati, Direttore Operativo di Asset Basilicata. Ad introdurre la prima parte della discussione è stata Antonella Fiorelli di ISNART (Istituto Nazionale Ricerche Turistiche), la quale ha offerto una panoramica sul settore turistico lucano basandosi sui dati di un’indagine rivolta a turisti che hanno soggiornato in regione. Dai risultati emerge un quadro in cui la Basilicata si colloca come destinazione spesso ritenuta “esclusiva” e che desta curiosità, dove le esperienze uniche, il patrimonio naturalistico, culturale ed enogastronomico sono tra i fattori determinanti nella scelta della regione insieme al passaparola, alle recensioni positive sul web, ma anche a pubblicità, film e documentari, leve queste ultime che influiscono in maniera nettamente superiore rispetto alla media nazionale. La spesa media, invece, si aggirerebbe intorno ai 60 euro giornalieri, budget destinato in particolare all’agroalimentare. Cortesia e ospitalità tra gli elementi che influiscono sul grado di soddisfazione del cliente, dato che si evince anche dalle recensioni (8 su 10 di tono positivo).

Di come trasformare i dati in sapere per le imprese e i territori ne ha parlato Alessandra Arcese, dell’area qualificazione di ISNART, che ha illustrato il piano triennale del Sistema camerale 2022/23, strumento strategico per le imprese turistiche capace di fornire informazioni economiche per rispondere a nuovi scenari, supportare processi qualitativi declinati verso la sostenibilità e valorizzare al meglio i tratti distintivi delle destinazioni turistiche. Un focus è stato rivolto al rating Ospitalità Italiana, modello che garantisce al consumatore standard qualitativi sulle imprese ricettive e ristorative certificate. Un sistema di valutazione basato su indicatori chiave delle prestazioni aziendali, come qualità del servizio, la promozione del territorio, l’identità e la notorietà, strumento che allo stesso tempo accompagna le imprese in un percorso di crescita verso la qualità dell’accoglienza. Un sistema per diffondere la cultura della qualità che rappresenta un’opportunità e una sfida per l’intero sistema turistico.