Tempa Rossa, in Basilicata al via l’attività di perforazione nel pozzo “Gorgoglione 2”

Cominceranno lunedì 26 settembre “le attività di perforazione al Pozzo Gorgoglione 2 del giacimento Tempa Rossa”, in Basilicata, “che, secondo il cronoprogramma, dureranno circa 80 giorni”.

Lo ha reso noto la Total, specifidando che “proseguono, così, i lavori per la messa in produzione dell’unico dei sei pozzi non ancora in esercizio della concessione Gorgoglione, di cui TotalEnergies EP Italia è l’operatore in joint venture con Shell E&P Italia e Mitsui E&PItalia B”. Nella nota è inoltre messo in evidenza che “dopo una fase preliminare di preparazione dell’area, con l’innalzamento della torre e i test di funzionamento dell’impianto, proseguono nel rispetto del programma dei lavori gli interventi sul pozzo, che saranno suddivisi in due fasi: la prima di circa un mese e l’altra di circa 50 giorni, fino ad arrivare ad uno sviluppo di perforazione di circa seimila metri. Il motore della piattaforma di trivellazione sarà alimentato da energia elettrica prodotta dal Centro Olio Tempa Rossa. Le operazioni di messa in esercizio di Gorgoglione 2 saranno concluse nei primi mesi del 2023”. TotalEnergies EP Italia, “ritenendo che la sicurezza delle operazioni sia una priorità, ricorda che durante i lavori si stanno garantendo tutte le misure di prevenzione e di monitoraggio delle matrici ambientali, come previsto dal Piano di Monitoraggio Ambientale di Tempa Rossa, anche attraverso un ulteriore presidio mobile installato in prossimità del pozzo Gorgoglione 2. Ogni attività è gestita secondo le più avanzate tecnologie e con l’ausilio dei migliori partner di ingegneria mineraria”.