Congresso Eucaristico nazionale, a Matera Coldiretti prepara la Cena inaugurale

“Saranno oltre mille e duecento i pasti preparati e offerti dalla Coldiretti di Basilicata, domani sera, in occasione della giornata inaugurale del XXVII congresso eucaristico nazionale di Matera, organizzato dalla Cei e che vedrà anche la presenza di Papa Francesco, il 25 settembre”.

Saranno preparati con prodotti locali a chilometri zero del marchio “Io sono lucano” gestito dalla cooperativa “La nuova aurora”. Dai salumi di maialino nero, al pane di Matera, per continuare poi con il peperone crusco di Senise, i latticini di podolica e la frutta del metapontino. “Abbiamo pensato di mettere a disposizione dei partecipanti al congresso attesi da tutta Italia – sottolinea il presidente provinciale di Matera della Coldiretti, Gianfranco Romano – i prodotti agroalimentari del territorio. “Torniamo al gusto del pane, per una Chiesa eucaristica e sinodale ‘ è il titolo del Congresso e noi, come organizzazione agricola, abbiamo voluto rimarcare il valore dell’agricoltura e in particolare del grano che è tra le attività agricole prevalenti del territorio materano e lucano, considerato a ragione uno dei granai d’Italia. Inoltre, il nostro auspicio è che il Congresso eucaristico diventi l’occasione per sottolineare il ruolo che gli agricoltori italiani rivestono per il raggiungimento della sovranità alimentare italiana oggi messa in discussione dalle recenti dinamiche geopolitiche internazionali. Il messaggio che vogliamo trasmettere è che in ogni pezzo di pane sono racchiusi i sacrifici di tanti contadini, specie in questo particolare momento di difficoltà”. I pasti saranno preparati, attraverso delle cucine mobili, da una decina di agrichef della Coldiretti lucana coadiuvati, nella distribuzione dei piatti, dagli studenti dell’istituto alberghiero della Città dei Sassi.