Ex Ilva: ferie tramutate in Cig, Fim interpella Ispettorato lavoro

La Fim Cisl Taranto-Brindisi ha inviato una nota a firma del segretario generale aggiunto Biagio Prisciano all’Ispettorato territoriale del lavoro sollecitando risposte in merito allo stato di avanzamento dell’attività ispettiva avviata dopo l’esposto contro Acciaierie d’Italia in merito alle ferie tramutate in Cassa integrazione straordinaria. La Fim ricorda di aver segnalato il 20 luglio scorso all’Ispettorato del Lavoro e all’Inps, insieme a Fiom e Uilm, “anomalie circa la gestione del piano ferie nell’azienda. In quella circostanza – si aggiunge – venivano evidenziate possibili violazioni di legge e di contratto perpetrate dalla direzione aziendale a danno dei lavoratori”. In seguito all’esposto, i coordinatori di fabbrica delle organizzazioni sindacali furono ascoltati il 27 luglio dagli ispettori del lavoro all’interno dello stabilimento. “Ad un mese di distanza da tali approfondimenti – osserva Prisciano – la Fim Cisl non ha ricevuto alcun esito rispetto alle indagini avviate. Nel frattempo la situazione della gestione delle ferie operata da Acciaierie d’Italia è rimasta immutata e, da alcune verifiche effettuate, con molta probabilità anche questo mese i lavoratori potrebbero trovarsi con le ferie programmate tramutate in Cigs”. Pertanto, conclude il sindacalista nella lettera all’Ispettorato, “al fine di scongiurare il reiterarsi di ogni condizione penalizzante nei confronti dei lavoratori, sollecitiamo risposte rispetto all’attività ispettiva avviata”.