Crisi: Summa (Cgil Basilicata), mercato del lavoro “quasi liquido”

Dieci pullman di lucani domani alla manifestazione di Roma

“I dati continuano a parlare di un mercato del lavoro precario e volatile, quasi liquido. L’occupazione in Basilicata fa registrare, come in Italia, un aumento degli occupati e un calo degli inattivi, ma le percentuali di contratti instabili e precari sono quasi il doppio rispetto ai dati nazionali”. Lo ha detto il segretario generale della Basilicata della Cgil, Angelo Summa, annunciando la partenza della Basilicata di dieci pullman che parteciperanno, domani a Roma, ad una manifestazione nazionale. La Cgil Basilicata, che aderirà alla manifestazione dal titolo, “Pace, lavoro, giustizia sociale, democrazia”, sarà in piazza “per chiedere al governo nazionale scelte coraggiose che riguardano il futuro del paese, del Sud e della nostra regione”, ha sottolineato Summa, il quale ha aggiunto come, “l’eccessiva flessibilità di lavoro si traduce in una miriade di contratti atipici. Tra tempo determinato, apprendistato, somministrazione, tirocinio, bisogna trovare una via d’uscita che garantisca stabilità”. “Una situazione drammatica”, ha evidenziato il leader lucano della Cgil che, “si aggiunge al problema dei bassi salari e di una loro erosione a causa dell’aumento dell’inflazione, alla povertà e allo spopolamento. Servono misure strutturali che aumentino i salari e le pensioni: l’obiettivo della Cgil – ha concluso Summa – è cancellare definitivamente la precarietà dal mondo del lavoro e restituire valore al lavoro”.