Ex Firema di Tito Scalo (Pz): sopralluogo dell’assessore Galella con Total

 

La Regione Basilicata coltiva la speranza che Total, “legata da accordi per investimenti con la Basilicata che vadano anche oltre il no oil, in cui le rinnovabili sono tra i settori candidabili, vagli la possibilità di un progetto per rivitalizzare il sito produttivo” della ex Firema di Tito (Potenza), mettendo così “la parola fine alla vertenza che si trascina dal 2015, restituendo opportunità occupazionali ai 33 operai tuttora in cassa integrazione”. Lo ha detto l’assessore regionale alle politiche di sviluppo, Alessandro Galella, che oggi ha fatto un sopralluogo nello stabilimento insieme al direttore affari istituzionali della compagnia petrolifera, Dante Mazzoni, e ad alcuni sindacalisti. “Siamo coscienti del valore e delle potenzialità dello stabilimento ex Frema di Tito scalo. Dal canto nostro – ha detto Galella, secondo quanto reso noto dall’ufficio stampa della giunta regionale – siamo pronti a emanare un bando per la reindustrializzazione del sito che, per la sua vicinanza allo snodo autostradale e a tanti insediamenti industriali importanti anche tecnologicamente, ha tutte le carte in regola per essere ancora una realtà produttiva importante per la Basilicata”. In una nota diffusa da Total, Mazzoni ha detto che la compagnia ha “risposto con senso di responsabilità all’invito dell’assessore Galella, con il quale siamo concordi nel considerare ogni iniziativa nell’ambito del Protocollo per lo sviluppo sostenibile, sottoscritto nel 2020 con la Regione Basilicata. Nel Protocollo è previsto che i tre contitolari della concessione Gorgoglione contribuiscano alla implementazione di progetti di sviluppo sostenibile sul territorio lucano, da realizzarsi con bandi regionali o per iniziative dirette delle Compagnie. Nell’ambito di quanto prevede il Protocollo, TotalEnergies potrà mettere subito a disposizione di Regione Basilicata il proprio expertise di eccellenza tecnologica mondiale nel campo energetico ove si proceda con bando regionale; invece – ha concluso – ogni iniziativa diretta di TotalEnergies dovrà necessariamente rispondere alle strategie di business e di sviluppo sostenibile della compagnia”.