Caro materie prime per edilizia, domani imprenditori a Roma

Saranno a Roma il 4 aprile per dire no al caro materiali: sono gli imprenditori edili di tutta Italia organizzatisi autonomamente. Chiederanno un incontro al Presidente del Consiglio, Mario Draghi, affinché vengano presi provvedimenti per fermare l’aumento dei prezzi delle materie prime. Secondo il presidente dell’Ance Puglia, Nicola Bonerba, i prezzi sono aumentati di circa il 35%. Non solo gas e benzina a preoccupar, ma anche ferro e calcestruzzo, il cui costo è passato da 60 a 80 euro a metro cubo. In ballo c’è anche la realizzazione delle opere pubbliche e quindi quelle previste dal Pnrr. Le regioni del Mezzogiorno sono quelle più penalizzate.