TPL Basilicata, 4 febbraio sciopero e sit-in prefetture capoluoghi

A salvaguardia del dettato contrattuale e rivendicare confronto con le aziende, il 4 febbraio sit-in dinanzi le prefetture di Potenza e Matera promosso da Fit Cgil e Fit Cisl in occasione dello sciopero del Trasporto Pubblico Locale in Basilicata.

Il 4 Febbraio, in occasione dello sciopero Regionale del Trasporto Pubblico Locale, in Basilicata presidio sindacale sotto le Prefetture di Potenza e Matera dalle ore 10.30 alle ore 12.00, promosso dai segretari generali Fit Cgil e Fit Cisl, rispettivamente Luigi Ditella e Sebastiano Colucci.
Alla base dello sciopero – è scritto in una nota – numerose problematiche che riguardano il mancato rispetto dei dettati contrattuali, la mancata convocazione dei tavoli di confronto da parte delle aziende che gestiscono i servizi di trasporto sul territorio lucano.
Una politica assente – rincarano le sigle – che nonostante gli innumerevoli scioperi effettuati, continua insistentemente a non rispettare le parti sociali che rappresentano la quasi totalità dei 1300 autoferrotranvieri di Basilicata, e continua la sua opera di sgretolamento del settore. Decisa la forma di protesta pacifica sotto le sedi governative nei due capoluoghi “per far pesare l’assenza finanche dei Prefetti – evidenziano – che hanno deciso di cancellare ideologicamente gli obblighi di legge provenienti dalla 146/90, che impone l’obbligo a convocare un tavolo di crisi.”
In particolare, gli addetti nelle aziende del trasporto pubblico locale su gomma extraurbano e urbano, sciopereranno in due fasce: dalle 9 alle 14 e dalle 16.30 alle 19. Previste altre fasce per trasporti e impianti meccanizzati nelle due città.