Assunzioni: a gennaio nel Tarantino +460% rispetto ad un anno fa

Se le previsioni saranno confermate, le imprese tarantine nel mese di gennaio avranno creato 2.240 posti di lavoro. Un dato molto positivo se si considera che rispetto allo stesso periodo di un anno fa, gennaio 2021, si registrerebbe un aumento del 460%. La stima emerge dal Bollettino mensile Excelsior – realizzata da Unioncamere – sulle caratteristiche delle entrate programmate dalle imprese della provincia di Taranto e sulle tendenze occupazionali per il periodo gennaio-marzo 2022.
Ad accogliere il dato con favore anche la Camera di commercio – che ha collaborato all’indagine – che in una nota spiega: nel 22% dei casi le assunzioni avranno carattere di stabilità (contratti a tempo indeterminato o di apprendistato), mentre il 78% sarà a termine.
Il settore dei Servizi assorbirà il 63% per cento delle entrate programmate, concentrate prevalentemente nelle imprese con meno di 50 dipendenti. Una quota pari al 21% sarà destinata a dirigenti, specialisti e tecnici. Solo nel 15% dei casi sarà richiesta una laurea.
I timori delle aziende riguardano la mancanza di candidati a causa di preparazione inadeguata, ma solo nel 35% dei casi.
Complessivamente, per il trimestre gennaio-marzo 2022, sono previste 6.010 entrate in servizio.