Ambiente, piovono incentivi per le aziende

C’è anche un’azienda pugliese tra quelle virtuose in ambito di bioeconomia. E che si sono distinte in occasione della Fiera Economodo di Rimini. Le sue recenti applicazioni sembrano una risposta alle sfide ambientali contemporanee, capaci di mitigare gli effetti del cambiamento climatico.

Dopo Francia e Germania, l’Italia è il terzo paese europeo con un fatturato annuo di 330 miliardi di euro e 2 milioni di dipendenti nel settore della bioeconomia. La storica agenzia di sviluppo pugliese da anni si occupa di ricercare opportunità, tecnologie, processi e modelli di business in grado di favorire la transizione verso questo tipo di economia che oltre a basarsi su risorse rinnovabili, alimenta il “ciclo biologico” ovvero il recupero e la valorizzazione energetica degli scarti organici dei processi di produzione e dei rifiuti.