ANCE “Locomotiva Sud”, il Mezzogiorno trainerà la ripresa

Territorializzare risorse per 24,2 miliardi di euro su 44,8. In Puglia territorializzati 3,9 miliardi. Basilicata con 762 milioni

Ammontano a 24,2 miliardi di euro i fondi destinati alle costruzioni per il sud Italia dal PNRR già ‘territorializzati’, cioè per cui sono stati già individuati i territori in cui le risorse produrranno i loro effetti: una cifra pari al 54% dei 44,8 miliardi che il Piano di Ripresa e Resilienza destina in totale al comparto delle costruzioni per il Mezzogiorno, con l’obiettivo di ridurre il divario infrastrutturale tra nord e sud del Paese.

Nella distribuzione regionale degli investimenti già territorializzati compaiono ai primissimi posti tre regioni del Sud: la Campania (prima regione in Italia) con 7,4 miliardi, la Sicilia con 5,1 (quarta) e la Puglia (sesta) con 3,9.

A seguire Abruzzo (2,7 miliardi), Calabria (2,3 miliardi) e, in coda, Basilicata con 762 milioni e Molise con 591.

I dati del Centro Studi Ance sono stati presentati durante il convegno ‘Locomotiva Sud. Come il Mezzogiorno può trainare la ripresa italiana grazie al PNRR’ organizzato da Ance, Ance Puglia e Ance Bari e BAT tenutosi alla Masseria Li Reni di Manduria, in provincia di Taranto.
stam
Durante l’evento, aperto dai saluti dei presidenti di Regione Puglia Michele Emiliano, Anci Antonio Decaro, Confindustria Puglia Sergio Fontana e dal vicepresidente di Ance Domenico De Bartolomeo, il direttore del Centro Studi Ance Flavio Monosilio ha presentato un rapporto dettagliato con dati, analisi e prospettive per il Sud, discussi nel corso della tavola rotonda moderata da Bruno Vespa. Al confronto hanno partecipato il presidente dell’Ance Gabriele Buia e quello della Banca Popolare di Puglia e Basilicata Leonardo Patroni Griffi, l’economista Gustavo Piga, il senatore M5S Andrea Cioffi e l’Executive Director Research Department Intesa Sanpaolo Gregorio De Felice. Il convegno si è concluso con l’intervento del sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale Assuntela Messina.