Lavoro. Consiglio regionale lucano approva mozione vertenza TFA

Trovare soluzioni sulla vertenza dei 35 lavoratori TFA di Tito, a rischio smobilitazione. E’ quanto impegna una mozione approvata dal Consiglio regionale lucano. Dai sindacati proposte sulla ricollocazione anche in settori diversi da quello ferroviario.

Arriva dal Consiglio regionale lucano uno degli ultimi spiragli per evitare l’amaro destino ai 35 lavoratori della TFA, ex Firema, a rischio smobilitazione in altre sedi dopo che l’azienda – per anni punto di riferimento per il settore ferroviario – ha deciso di chiudere lo stabilimento nell’area industriale di Tito.

Nelle scorse sit-in dinanzi la sede dell’Ente regionale a Potenza: durante i lavori del parlamentino il passaggio di una mozione del consigliere di Italia Viva Polese che impegna a trovare una soluzione. A ribadire l’urgenza le sigle sindacali di categoria metalmeccanica Fim, Fiom e Uilm, quest’ultima per voce del segretario organizzativo Giovanni Galgano. In Basilicata – ha ribadito – esiste un indotto importante del settore ferroviario. Si guarda ad una cabina di regia con Confindustria, Confapi e Apibas per la ricollocazione anche in settori diversi.