Automotive e Petrolio. Uilm Basilicata lancia sfida per industria futura

A Potenza il consiglio regionale della Uilm Basilicata. Dai metalmeccanici analisi e proposte sulla transizione energetica in tema di automotive e petrolio. Intervenuto anche il segretario nazionale del sindacato, Rocco Palombella.

La transizione energetica in Basilicata corre sul doppio binario: accompagnare il nuovo corso dell’elettrico nell’automotive con Stellantis a Melfi e l’ultimo ciclo di sfruttamento petrolifero in Val d’Agri e Tempa Rossa. Questo il tema in cima all’agenda industriale regionale, discusso nel consiglio della Uilm tenutosi a Potenza. Fuori analisi e proposte per le sfide future, anche qui a doppia mandata, verso il governo Bardi e parti datoriali.
A dar man forte l’intervento del segretario nazionale Uilm, Rocco Palombella: confermata l’importanza dell’incontro fissato il prossimo 11 ottobre a Roma per la creazione di una regia del governo affinché il gruppo Stellantis mantenga gli impegni su occupazione e investimenti nello stabilimento lucano, il più tecnologico d’Europa, e come gli altri condizionato dalla crisi di microchip prodotti in Cina.