Siccità in Salento: CIA Agricoltori Puglia chiede intervento della Regione

E’ emergenza siccità in Salento. A lanciare l’allarme è CIA Agricoltori Puglia che ha fatto richiesta alla Regione di salvare i reimpianti olivicoli con irrigazioni di soccorso, estraendo l’acqua dai pozzi in disuso dell’area salentina.

Qui, a parte qualche sporadico e violento temporale, non piove da almeno tre mesi. Da qui, la richiesta urgente da parte degli agricoltori, che hanno parlato degli ultimi mesi come dei più caldi e siccitosi degli ultimi 50 anni tanto che l’agricoltura pugliese, e in particolare quella salentina, appare ridotta alla sete.
“Le giovani piante delle varietà tolleranti alla Xylella che gli olivicoltori hanno reimpiantato nei loro uliveti stanno soffrendo le conseguenze di una siccità prolungata e terribile – spiega la nota di CIA Salento – Gli agricoltori chedono una sanatoria per poter provvedere nella piena legalità e senza temere sanzioni a quelle irrigazioni di soccorso necessarie a salvare i reimpianti nei quali tutto il settore olivicolo ripone le proprie speranze di ripartenza”.
Al momento, le aziende agricole stanno sostenendo in prima persona spese aggiuntive per l’approvvigionamento idrico, per cui CIA Puglia chiede con urgenza l’eliminazione delle sanzioni previste per l’emungimento di acque sotterranee dai pozzi in disuso.

Cristina Mastrangelo