Unibas, A Potenza ritorno del “Graduation Day”

Un pomeriggio di gioia per celebrare finalmente un traguardo raggiunto in tempi difficili, ma anche come simbolo di ripresa delle attività della comunità universitaria per garantire le attività didattiche e accademiche.

Il 21 settembre in centro storico a Potenza è tornata in presenza la “Giornata del laureato” promossa dall’Università degli Studi della Basilicata, ispirata al modello dei “Graduation day” dei college anglosassoni. Tenutosi l’ultima volta nel giugno 2019, l’evento è stato dedicato ad una rappresentanza dei laureati magistrali nell’anno accademico 2019/2020, complessivamente 257 nella sede potentina, e 136 in quella materana.

Nel capoluogo regionale, l’avvio delle celebrazioni alle 17.30, con il raduno in largo Pignatari e la passeggiata di corpo docente e laureati magistrali lungo via Pretoria fino al Teatro Stabile, dove insieme ai rappresentanti di Senato Accademico, Consiglio di Amministrazione, Consiglio degli studenti, Prorettori e Presidenti dei Centri, si è svolta una cerimonia con saluti istituzionali e l’intervento, tra gli altri, del Presidente della Fondazione Francesco Saverio Nitti, Stefano Rolando, il quale ha tenuto una relazione sul tema “Rileggiamo oggi il dilemma provocatorio lanciato ai giovani meridionali un secolo fa da Francesco Saverio Nitti: ‘Briganti o migranti’”.

Intervallati da esibizioni corali e musicali, tanta l’emozione ed i messaggi d’augurio rivolti ai neo laureati di formare una carriera al servizio dello sviluppo territoriale, dal Magnifico Rettore, Ignazio Marcello Mancini, al Direttore Generale dell’Ateneo lucano, Giuseppe Romaniello.

Gran finale in piazza Mario Pagano con il famoso lancio in aria dei “tocchi” e la consegna delle pergamene con foto di rito insieme ai familiari. Il secondo Graduation Day si svolgerà a Matera il prossimo 29 settembre.