Petrolio e transizione energetica, Borsa di studio da Federmanager Basilicata a tesi studentessa Unibas

Premiata con una borsa di studio di 1.500 euro da Federmanager Basilicata la tesi di Mariachiara Vitacca, studentessa di Economia di Unibas, sul tema petrolio e transizione energetica.

Mariachiara Vitacca

Mettere al centro la competenza, il merito, valorizzare il talento e i giovani: c’è tutto questo nel Premio di laurea “Verso l’eccellenza e l’innovazione nel management per la creazione di valore” – prima Edizione, che ieri ha visto Università degli Studi della Basilicata e Federmanager Basilicata assegnare una borsa di studio a Mariachiara Vitacca, neolaureata in Economia, per la tesi “I nuovi modelli di business delle imprese petrolifere”, nell’ambito delle attività e delle finalità previste dal protocollo d’intesa stipulato tra le due istituzioni nel gennaio 2020.

La borsa di studio di 1.500 euro, finanziata da Federmanager Basilicata, è stata consegnata in una cerimonia che si è svolta online e ha visto i saluti istituzionali del Presidente di Federmanager Basilicata Luigi Prisco e del Direttore Generale Università degli Studi della Basilicata, Giuseppe Romaniello.

Entrambi hanno ricordato che questo Premio ha il fine di stimolare, supportare e valorizzare studi e ricerche sul tema dell’eccellenza e dell’innovazione delle teorie e delle pratiche manageriali per la creazione di valore e che si promuove e si sottolinea, al contempo, l’interesse e l’impegno della comunità accademica dell’Università degli Studi della Basilicata e di Federmanager Basilicata per la formazione, lo studio, la ricerca e l’innovazione in ambito manageriale, nell’ottica delle attività di terza missione e di costruzione delle competenze trasversali per le nuove generazioni di studenti che presto si affacceranno nel mondo del lavoro.

Antonio Lerro, docente di Gestione dell’Innovazione DIMIE, Università degli Studi della Basilicata, a nome della Commissione giudicatrice (composta anche dai professori Carla Rossi e Ferdinando Di Carlo per Unibas; Stefania D’adamo, Domenico Martino e Giuseppe Luongo per Federmanager Basilicata) ha introdotto i lavori, analizzando gli scenari in corso, i trend e le opportunità crescenti per i giovani che si doteranno di competenze manageriali in grado di rispondere alle sfide di mercati sempre più esigenti.

Mariachiara Vitacca ha poi esposto in sintesi i punti salienti della sua tesi, che partendo dal mercato petrolifero – con cenni alla situazione della Basilicata – si è proiettata sull’orizzonte della transizione energetica. La neolaureata ha poi raccontato la sua aspirazione a volersi proiettare nel mondo del lavoro proprio in ambito oil ed energia, magari rimanendo nella sua regione.

Luigi Marsico, Presidente del Cluster Energia Basilicata, nell’analizzare gli effetti possibili della trasnsizione green sugli scenari locali ha auspicato ricadute occupazionali e professionali per i giovani lucani, mentre Ida Leone, Direttrice di ASSOIL School, ha rimarcato il ruolo della formazione continua per i giovani alla ricerca del lavoro e per chi è già nel mercato ma ha bisogno di riqualificarsi.

E’ stata infine ribadita la volontà di Federmanager Basilicata e Unibas di intensificare la collaborazione individuando nuove forme di valorizzazione del merito, coinvolgendo altri attori del sistema locale.