Cavallo (CISL): “Dopo il G20 quale futuro per Matera?”

Mentre su Matera si spengono i riflettori del G20, il segretario generale della Cisl Basilicata, Vincenzo Cavallo, richiama l’attenzione delle istituzioni sul futuro della Città dei Sassi e sollecita il rilancio del tavolo tecnico regionale sul turismo “per una reale condivisione delle scelte e delle strategie di sviluppo di un settore che senza una chiara e definita progettualità rischia di produrre una ripresa effimera e di corto respiro”.

“Dopo l’exploit del 2019 – osserva Cavallo – le misure restrittive della mobilità nazionale e internazionale hanno ibernato Matera e inciso negativamente sull’intera filiera turistica regionale”. Per il sindacalista della Cisl “le prospettive per il futuro sono parzialmente incoraggianti in quanto, a fronte di un incremento degli arrivi e delle presenze, la ripresa potrebbe accentuare i divari territoriali anche nel comparto turistico. Per questo – continua Cavallo – occorre ricalibrare rapidamente l’offerta con un’azione sinergica tra pubblico e privato puntando sul turismo domestico e a corto raggio”.

“Se consideriamo che nel breve periodo, come sostiene il Censis, i flussi turistici internazionali non potranno recuperare il ruolo di traino avuto negli ultimi dieci anni e che nel 2019 furono ben 17 milioni i turisti italiani che scelsero l’estero – conclude il segretario della Cisl – per Matera e per la Basilicata si apre una finestra di opportunità che non può essere vanificata dalla mancanza di progettualità e di condivisione politica delle scelte in materia di turismo”.