Molfetta, nel weekend riaprono il Pulo e il Museo del Pulo

Si torna alla normalità: a Molfetta riaprono siti di interesse per i turisti

Ripartenza nel segno della natura e della storia: a Molfetta riaprono, il prossimo weekend, il Pulo e il suo museo dedicato, nel pieno rispetto delle norme anti-Covid. 

Il Pulo e poi il Museo dedicato. A Molfetta è tutto pronto per la riapertura di due siti di intersse che da sempre hanno caratterizzato la città. Un primo passo verso la normalità e verso un estate 2021 nel segno della ripresa.
Tutto pronto quindi per il weekend in arrivo: a partire da sabato 5 giugno il Pulo sarà aperto ogni fine settimana dalle 9,00 alle 12,00 e dalle 16,30 alle 19,30, il Museo del Pulo dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 17.30 alle 20.30.
L’ingresso sarà gratuito e sarà consentito per un massimo di 15 persone, ogni ora, al Pulo, per un massimo di 6 persone, ogni mezz’ora, al Museo Civico Archeologico del Pulo.

La riapertura è stata anche commentata dal Sindaco Tommaso Minervini come un “ritorno alla normalità ma in piena sicurezza”. Non vanno infatti dimenticate le regole che ci hanno accompagnato in questi lunghi mesi, come quelle del distanziamento e anti assembramento. “ Stiamo attraversando il periodo più complicato degli ultimi 70 anni – ha commentato il sindaco – ma abbiamo necessità di riprenderci le nostre libertà senza mai invadere quella degli altri. Guardiamo al bello, ad un futuro migliore senza mai assumere comportamenti che possano vanificare tutti gli sforzi fatti fino ad oggi”.

La prenotazione è obbligatoria presso l’Infopoint proprio per evitare assembramenti. Per poter accedere alla dolina e al Museo del Pulo è obbligatorio, secondo la normativa vigente anti contagio Covid 19, l’uso dei dispositivi di protezione individuale ed il rispetto del distanziamento.

Per la visita al Pulo le auto dovranno essere parcheggiate nell’apposita area lungo la strada che conduce alla dolina da via Ruvo.

L’Infopoint fungerà, anche, da cabina di regia per le prenotazioni e l’organizzazione delle visite guidate presso i due siti e coinvolgerà guide abilitate attive sul territorio in forma autonoma e coordinata con associazioni e realtà imprenditoriali da anni operanti nel settore.