Destinate le ulteriori risorse per gli incentivi alle aziende sanitarie lucane

Su richiesta delle organizzazioni sindacali della Funzione Pubblica di CGIL, CISL e UIL si è concluso positivamente, con l’incontro sul personale del comparto, il confronto per destinare ulteriori risorse, (375mila euro, rivenienti dal Ministero della Salute), agli operatori impegnati nel contrasto della pandemia COVID 19.

Come riporta una nota della UIL l’incontro, presieduto dall’assessore Regionale, Rocco Leone, dal Dg del Dipartimento Salute, Ernesto Esposito e dal Dirigente del Personale, Raffaele Rinaldi, “ha pienamente accolto la proposta sindacale di destinare tali risorse in modo che ciascuna Azienda, di concerto con i sindacati possa decidere sul loro utilizzo in base alle varie esigenze delle singole Aziende Sanitarie”.

La lotta al COVID non è ancora finita, ricordano i sindacati – che nutrono aspettative verso i vari livelli istituzionali anche nei mesi a venire affinchè destinino nuovi fondi. L’attestazione di queste nuove risorse è di certo un buon viatico per ristorare chi in questi mesi non si è risparmiato nella lotta alla pandemia.

L’agenda degli incontri, prevede inoltre, nuovi tavoli tematici di confronto utili all’emanazione delle linee guide comuni per la contrattazione nelle varie Aziende, peraltro, ricorda la UIL, (previste dall’articolo 6 del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro 2016 2018, che disciplina l’utilizzo dei fondi contrattuali, delle prestazioni aggiuntive, della vestizione e svestizione del personale, nonché gli indirizzi sui contratti a tempo determinato).

Tutti temi sui quali la UIL lucana ha sempre richiesto da anni un’attenzione particolare e che finalmente trovano attuazione. Una ulteriore esigenza è stata inoltrata alla Regione, ovvero sollecitare le ASL sull’emanazione dei bandi dei concorsi unici regionali

La UIL Funzione Pubblica, alla luce dell’impegno mantenuto dall’assessore Leone e dal dipartimento salute attende ora fiduciosa la convocazione dei prossimi incontri.