“La Puglia più autentica”: il progetto di promozione territoriale presentato al Bit di Milano

Un nuovo portale web multilingue e una «guide pocket» di oltre duecento pagine. Al progetto hanno aderito una rete tra Comuni, aziende agroalimentari e associazioni turistiche, per promuovere il patrimonio immateriale e commercializzare le eccellenze enogastronomiche pugliesi.

La Puglia più autentica. Quella fatta di sapori, cultura, paesaggio e itinerari da non perdere. Ed è anche il nome di un portale presentato alla Bit Digital Edition di Milano, insieme a una “guide pocket”, dedicata ai percorsi emozionali. Un progetto che ha l’obiettivo di unire il turismo con l’agroalimentare e di promuovere la collaborazione tra comuni e aziende per dar lustro al territorio e rilanciare il turismo all’insegna delle tradizioni popolari, culturali e folkloristiche da sempre sono fiore all’occhiello della Puglia, e la commercializzazione dell’enogastronomia più genuina. Al progetto, che gode del patrocinio della Regione Puglia, Assessorato al Turismo, hanno già aderito numerosi comuni da Nord a Sud della Regione. Bisceglie, Bitonto, Molfetta, Capurso, Castellana Grotte, Francavilla Fontana, E ancora Galatina, Gallipoli, Monte Sant’Angelo, Pietramontecorvino, Taranto. L’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina e Vico del Gargano. Il portale Pugliautentica.it racconta in specifiche sezioni una terra e le sue tradizioni attraverso i percorsi emozionali della settimana santa, delle feste patronali, dei cammini e degli itinerari del gusto e la salvaguardia di simboli, culti e immagini custoditi da secoli dalle comunità locali e ormai parte della memoria collettiva dell’intera regione. Il progetto si sviluppa anche attraverso le attività social. E poi c’è la guida «Puglia Autentica: i Percorsi Emozionali», in formato tascabile con 400 foto a colori e 224 pagine in italiano e inglese distribuita gratuitamente nelle più importanti fiere turistiche ed enogastronomiche, nonché in vendita nelle librerie e infopoint turistici della regione. L’obiettivo è quello di proporre ai produttori locali nuove opportunità di business, per superare, insieme, le difficoltà legate all’emergenza Covid.