Bit in digitale, presente la Basilicata

Il mondo ha perso nel 2020 un miliardo di viaggiatori e ha visto andare in fumo più di 120 milioni di posti di lavoro. E’ quindi tanta la voglia di ripartire che si respira alla Borsa Internazionale del turismo, inaugurata con un convegno che ha visto la partecipazione del ministro del Turismo Garavaglia e del commissario europeo per il Mercato internoBreton. Gli esperti indicano un orizzonte di ottimismo, confortati dall’andamento delle vaccinazioni e dalle misure di sicurezza che saranno intraprese a cominciare dal passaporto vaccinale, imminente per l’Europa e che l’Italia anticiperà alla metà di maggio.

“E’ una grande data, si ricomincia a sognare – ha spiegato l’amministratore delegato di Fiera Milano, Luca Palermo – non potevamo non esserci come Bit per continuare a sostenere il turismo”.

La Borsa Internazionale del Turismo che tradizionalmente si svolge a Milano, quest’anno per la prima volta è in edizione digitale su piattaforma online.

Ad aderirvi l’Agenzia di Promozione Territoriale della Basilicata insieme a 60 operatori dell’offerta del mercato lucano ed alcune istituzioni locali.

“Un dato importante da sottolineare – ha commentato il direttore generale di APT, Antonio Nicoletti – è il numero degli operatori privati che è quadruplicato, grazie alla possibilità offerta dalla tecnologia.

Nel corso della BIT, l’attività si svolge in particolare attraverso workshop, incontri BtoB tra operatori, eventi di presentazione e contatti tra le destinazioni, che rappresentano l’importante patrimonio di relazioni propedeutiche ad una stagione turistica ormai alle porte. Tra le azioni presentate attraverso le attività a Bit anche il progetto Naturarte, nato in collaborazione tra il l’Assessorato all’Ambiente della Regione Basilicata e i parchi della Basilicata.

Alla BIT la Basilicata organizza anche due eventi online il 12 e 13 maggio, con la partecipazione del presidente della regione Basilicata Vito Bardi, dell’assessore alle Politiche di Sviluppo Franco Cupparo, delle amministrazioni comunali di Maratea e Potenza e dei rappresentanti e del mondo imprenditoriale privato di Matera e della Basilicata, per presentare le novità della stagione 2021.

Michele Martulli, vice presidente di Fiavet Basilicata e Campania , ha denunciato – giudicandola grave e ingiustificata – l’assenza del Comune di Matera.