Vertenza TFA. Sindacati e lavoratori: Piano organico per settore ferroviario lucano

Dinanzi lo stabilimento di Tito (PZ), assemblea dei 35 lavoratori TFA, ex Firema, a rischio smobilitazione in Campania. Intervenuto anche il senatore lucano Pepe, emerso l’interessamento per l’acquisizione da una cordata del settore ferroviario.

Fiore all’occhiello del settore ferroviario regionale, sempre più a rischio chiusura lo stabilimento TFA, ex Firema di Tito. Andate in pensione 21 unità, in seguito all’esposizione all’amianto, 35 i lavoratori rimasti a produrre motori e che stando al piano industriale deciso dall’azienda verrebbero dislocati a Caserta. Nell’ultimo incontro in Regione Basilicata, nulla di fatto per impedire la smobilitazione. Al vaglio soluzioni alternative, tra le voci, l’interessamento di una cordata dell’indotto lucano. Situazione emersa dinanzi ai cancelli del polo potentino, dove si è tenuta una assemblea con le sigle sindacali di categoria Fim, Fiom e Uilm. Richiesto l’impegno della politica anche parlamentare, intervenuto il senatore Pepe.