Cultura, Cgil Basilicata: “Regione apra tavolo a sostegno del settore”

In ginocchio anche il settore cultura: la Cgil chiede un tavolo regionale e chiarimenti sulla mancata attuazione del piano spettacolo per la Basilicata

Avviare un tavolo regionale per affrontare le difficoltà del mondo dello spettacolo lucano. Lo propone la Cgil (e la Slc Cgil) che esprime solidarietà ai lavoratori dell’industria creativa e culturale. Ristori solo parziali dal Governo nazionale, e mancanze pure da quello regionale, per il sindacato che denuncia: “Ad oggi non risulta attuato neanche il Piano Spettacolo, seppur previsto annualmente da una specifica legge regionale (LR 37/2014). Già nel 2019, anno di maggiore esposizione della Basilicata a livello mediatico e turistico, con Matera capitale europea della cultura, il Piano non ha visto nessuna attuazione, senza alcuna plausibile giustificazione. Il Piano in questione, infatti – spiega il sindacato – è stato pubblicato a Marzo 2020, per le attività del 2019, con una dotazione finanziaria di 2.5 milioni di euro, per giunta con una decurtazione di 1 milione e mezzo, non riuscendo pertanto a soddisfare il fabbisogno degli operatori espresso in sede di candidatura dei progetti. Chiediamo pertanto al presidente Bardi – che peraltro ha in delega l’assessorato alla Cultura – di intervenire, convocando immediatamente un tavolo di settore specifico con gli operatori interessati, perchè – evidenziano i sindacati – cultura vuol dire lavoro”.