Bari, al via il concorso unico regionale per infermieri: oltre 10mila i partecipanti in Fiera del Levante

Andreula: “La figura dell’infermiere è centrale in questa emergenza sanitaria”

Sono oltre 10mila i partecipanti al concorso unico regionale per infermieri organizzato a Bari dal 15 al 19 febbraio. Le prove sono suddivise in cinque giorni, due turni giornalieri per un totale di 1900 candidati per ciascuna delle 9 sessioni. Nel nuovo padiglione della campionaria da 18 mila metri quadri, sono state organizzate postazioni distanziate, con accessi contingentati e percorsi, nel rispetto delle norme Covid. I candidati, quasi tutti già vaccinati, provengono da tutte le regioni italiane e anche 42 dal Regno Unito, 39 dalla Germania, 3 dall’Irlanda e 1 da Malta. L’età media dei candidati è tra i 25 e i 40 anni. Ad ospitare le prove è il nuovo padiglione della Fiera del Levante. Imponente la macchina organizzativa messa in moto dalla Asl di Bari per garantire lo svolgimento del concorso, già rinviato a settembre scorso a causa dell’emergenza sanitaria, nel rispetto delle misure antiCovid. L’area esterna al padiglione è stata infatti blindata con percorsi guidati da segnaletica verticale e orizzontale, presidiati da personale dedicato. Sono stati predisposti un’area pre triage in caso di necessità, un presidio sanitario dotato di ambulanza, una tensostruttura per la sosta o altre eventuali necessità dei candidati e un’area allattamento per le neo mamme.

Centrale in questo momento di emergenza la figura dell’infermiere, come spiega il presidente dell’Ordine degli infermieri di Bari, Saverio Andruela.