Università calabre e della Basilicata insieme per la Notte dei Ricercatori “SuperScienceMe – REsearch is your R-Evolution”

Zimbone: “c’è voluto il Coronavirus affinché il Paese si rendesse conto dell’importanza della ricerca”

I sistemi universitari calabrese e lucano lavoreranno per il rafforzamento dei rispettivi brand, con delle singole specificità che messe insieme offriranno una proposta molto variegata. La sinergia a partire dalla Notte della Ricerca che vedrà unite le due istituzioni il prossimo 27 novembre

Conferenza stampa di presentazione di “SuperScienceMe – REsearch is your R-Evolution”, la Notte dei Ricercatori che coinvolge le Università della Calabria, di Catanzaro, di Reggio Calabria, della Basilicata insieme alla Regione Calabria e a diversi istituti del CNR (istituti ITM, IIA, ICAR, IIT, ISAC, IMAA, ISM, ISPS).

Venerdì 27 novembre “la brillante scienziata SuperScienceMe racconterà la storia dell’evoluzione scientifica e umana e lo farà invitando il pubblico di ogni fascia di età a vivere un avvincente viaggio nel tempo attraverso una piattaforma digitale fra esperimenti, visite nei laboratori e nei musei, dimostrazioni scientifiche e performance artistiche.

Il pre-evento di questa edizione è “Basilicata-Calabria coast to coast”,un tour con la macchina del tempo di SuperScienceMe con tappe nei luoghi dei territori interessati dalla Notte dei Ricercatori che fra riprese di paesaggi mozzafiato, interviste, seminari e attività scientifiche e culturali, è stato registrato nei giorni scorsi per confluire in un video promozionale dell’evento.