Sciopero dei lavoratori Cotrab senza stipendio da mesi, CGIL: “Serve una cabina di regia permanente”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di CGIL sulla situazione del trasporto pubblico locale di Potenza e della Basilicata e sullo sciopero indetto dai lavoratori Cotrab

“Il trasporto pubblico locale e il trasporto urbano di Potenza stanno vivendo la stagione più nera della storia in Basilicata. Da una parte la pandemia ha messo a nudo tutte le falle di un sistema dei trasporti che, partendo da lontano, si è trascinato tutte le criticità accumulate nel tempo, sempre trascurate e rimandate dalla politica, e che ha visto con il governo Pittella raggiungere  il punto più basso e degradante umiliando un settore che poteva fare da volano per l’economia lucana. Dall’altra, la gestione della giunta Bardi altro non ha fatto che raccogliere i cocci di un sistema malato e cercare soluzioni spesso autoritarie che hanno peggiorato ancor di più la situazione, scaricando la colpa dei propri fallimenti sui lavoratori del settore.

Se pur ammirevole l’impegno dell’assessore alle Infrastrutture e mobilità Donatella Merra, riteniamo del tutto insufficiente la gestione della crisi. Più volte abbiamo chiesto di essere ascoltati sull’inopportunità di trasportare un decreto nazionale in una realtà regionale che, per tipologia di trasporto e fatiscenza del parco macchina, richiede interventi mirati, evitando di mettere in ginocchio il settore con problemi anche di tenuta sociale.

A ciò si aggiunge una strafottenza dell’assessore alla Salute Rocco Leone che più volte sollecitato da noi sulla necessità di fare tamponi a tutti gli addetti del settore – voglio ricordare che in Basilicata trasportano fino a 66 persone in poco più di 10 metri quadrati anche per due ore, su mezzi mai sanificati – non ha mai risposto, come se ci fossero lavoratori di serie A e di serie B.

A ciò si aggiunge la deplorevole situazione dei lavoratori del Cotrab ai quali non sono corrisposte le ultime mensilità oltre ai ritardi del fondo Priamo, soprattutto nel materano, (aziende Nolè, Chiruzzi, Grassani e Garofano, Autolinee Rocco) che ci vede costretti da domani  a inviare la dichiarazione di sciopero. Intanto l’azienda Trotta, che gestisce il trasporto pubblico per la città di Potenza, in complicità con il sindaco Mario Guarente umilia i cittadini del capoluogo di regione relegandoli a un trasporto da terzo mondo. Oggi più che mai bisogna convocare una cabina di regia permanente sui trasporti per rilanciare un concetto di mobilità integrata e efficiente con una richiesta aggiuntiva di risorse per adeguarci ai cambiamenti industriali e sociali del nostro territorio e creare una rete di collegamento all’alta velocità per far uscire la regione da un isolamento al quale questa giunta ci sta condannando.”