Basilicata. Cgil, Cisl e Uil: governo regionale apra al confronto

Impiegare le risorse del Recovery Fund, sanità e istruzione per ridurre i divari con il resto d’Italia. E’ il messaggio di Cgil, Cisl e Uil Basilicata, riunite a Potenza per la mobilitazione nazionale “Ripartire dal lavoro”. “Il governo Bardi – hanno rimarcato – si apra al confronto.”

“La Basilicata non sprechi l’occasione storica e irripetibile di cambiare il modello di sviluppo a partire dalle risorse del Recovery fund. Chiediamo al governo regionale di aprirsi al confronto. Sanità e istruzione per ridurre i divari con il resto del Paese”. E’ il messaggio che arriva da piazza Mario Pagano a Potenza, luogo lucano scelto per la Giornata di mobilitazione nazionale intitolata “Ripartire dal lavoro”. A formularlo, i segretari generali lucani, rispettivamente Summa, Gambardella e Tortorelli. Rimarcati i ritardi sugli investimenti ed i livelli costanti di precarietà a danno dei giovani, affiancati dagli effetti del Covid, un alibi perfetto per svilire il diritto all’occupazione.