Taranto, turismo: continua la collaborazione sinergica tra MArTa e Kyma Mobilità

Un rapporto iniziato nel 2019 con una convenzione triennale che, oltre ad agevolazioni per i rispettivi dipendenti, prevede sconti sui biglietti del Museo e quelli dei servizi turistici di Kyma Mobilità.

Turismo e mobilità urbana in sinergia a Taranto, città ricca di mete culturali dal valore inestimabile. Prima tra tutte , il MArTa, il museo archeologico nazionale, che continua la collaborazione con Kyma Mobilità, il servizio idrovie di trasporto cittadino. Un rapporto iniziato nel 2019 con una convenzione triennale che, oltre ad agevolazioni per i rispettivi dipendenti, prevede sconti sui biglietti del Museo e quelli dei servizi turistici di Kyma Mobilità.

I possessori della family card o di un biglietto di ingresso al MArTA hanno diritto a uno sconto del 25% sui biglietti del Servizio Idrovie di Kyma Mobilità per l’Isola di San Pietro e per le escursioni turistiche; allo stesso modo, presentando un biglietto delle Idrovie alla biglietteria del MArTA, si avrà diritto a uno sconto del 25%. La convenzione prevede sconti anche per i tarantini che usufruiscono dei servizi di Kyma Mobilità: i possessori di un abbonamento mensile ai bus o ai parcheggi nelle strisce blu avranno uno sconto sempre pari al 25% su cinque biglietti per visitare il Museo archeologico, mentre se l’abbonamento è annuale i biglietti scontati saranno dieci. Unica condizione per usufruire delle agevolazioni è che i biglietti o gli abbonamenti siano stati emessi nei tre mesi precedenti.

L’assessore comunale alla Società Partecipate, Paolo Castronovi, ha spiegato che «la collaborazione sinergica tra Kyma Mobilità e MarTA ha lo scopo di valorizzare le potenzialità turistiche del territorio, con particolare riguardo alla mobilità”. “Più in generale – ha poi detto l’Assessore Paolo Castronovi – rientra nel programma dell’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Melucci per dotare Taranto di una moderna mobilità sostenibile, in grado anche di favorire gli spostamenti dei turisti in città”. “Vanno in questa direzione – conclude Castronovi – il servizio di bike sharing la realizzazione di ciclovie e il recupero dell’area per il parcheggio dei camper di via Mascherpa”.